ALLA SALA DEGLI ARTISTI LA PRESENTAZIONE DI “ECCETERA, NEL MONDO DI MARIO DONDERO”

Un lavoro lungo e tenace. Esordisce con queste parole il regista Maurizio Carrassi nel raccontare la genesi di “Eccetera, nel mondo di Mario Dondero”, film documentario che verrà proiettato venerdì 6 maggio alle ore 21 nella Sala degli Artisti di Fermo. All’incontro, che sarà coordinato dal giornalista Andrea Braconi, oltre allo stesso regista interverranno anche Laura Strappa e Pacifico D’Ercoli dell’Archivio Mario Dondero.
“Ho incontrato Mario Dondero in più occasioni nel suo ultimo anno di vita tra Fermo, Altidona, Genova e Roma – evidenzia Carrassi -, sia in momenti di conversazione piuttosto informale sia in momenti di lavoro accompagnandolo nell’ultimo reportage sul porto di Genova e in occasione della  mostra che lo ha celebrato a Roma alle Terme di Diocleziano nel dicembre del  2014. Dopo la scomparsa di Mario io e l’amico Mario Chavarria Kaifmann, autore di un montaggio sapiente, abbiamo continuato a coltivare con fiducia il progetto fino all’intervento risolutivo di Mario Canale che coinvolse l’Istituto Luce consentendoci un’ulteriore stratificazione di piani del racconto”.
Carrassi, che nel documentario si è avvalso delle musiche originali di Enzo Pietropaoli, spiega come non si tratti di un lavoro sistematico sull’opera di Dondero, ma piuttosto il racconto della vita di un artista che ha attraversato con impeto la nostra storia recente documentando la condizione umana, i conflitti e le speranze, ma anche icone della cultura e dello spettacolo. “Ora il testimone passa al suo Archivio, che nel film ho voluto tra i protagonisti, dove è conservata una straordinaria produzione”.
“Abbiamo dato un contributo rilevante alla realizzazione del film – tiene a rimarca Pacifico D’Ercoli, responsabile della Fototeca provinciale di Fermo con sede ad Altidona -, fornendo le immagini che hanno corredato il percorso narrativo impreziosito dalla presenza di Uliano Lucas, amico e profondo conoscitore dell’uomo e della produzione fotografica di Mario. Nei cinque anni in cui, su indicazione del regista, abbiamo ricercato e digitalizzato centinaia di fotografie, ci è stata offerta l’opportunità di scoprire dei reportage e degli inediti di grande interesse. Un motivo in più per vedere il bellissimo film di Carrassi, distribuito dall’Istituto Luce Cinecittà”.

Pacifico D’Ercoli

Associazione Culturale Altidona Belvedere
Fototeca provinciale di Fermo
Archivio Mario Dondero