Calma e Gesso – in viaggio con Mario Dondero

Presentazione cofanetto DVD e proiezione Documentario

Martedì 28 Maggio – ore 20:00
ROMA – Nuovo Cinema Aquila
Martedi 28 maggio alle ore 20, in anteprima nazionale al Nuovo Cinema Aquila di Roma, ci sarà la presentazione del cofanetto ‘Calma e gesso – in viaggio con Mario Dondero’, doppio dvd con libretto in cui sono raccolti i cinque anni trascorsi dal regista e antropologo Marco Cruciani al fianco del leggendario fotoreporter Mario Dondero. 
Seguendo i suoi percorsi d’autore o le semplici passeggiate nell’arco di più di cinquanta viaggi insieme in ogni parte d’Italia, fra esposizioni e conversazioni, il documentario è un viaggio attraverso i moltissimi luoghi visitati in compagnia di questo formidabile maestro di vita, di impegno civile e di fotografia ma è soprattutto un tentativo di ricostruire l’incredibile storia dello straordinario vagamondo che è stato. Prodotto dalla Sol Si Fa Audiovisual dello stesso Marco Cruciani con la collaborazione della Regione Marche – Fondazione Marche Cultura e Marche Film Commission, della Dream Film – Ila Palma di Rean Mazzone e della Maxman Coop. di Paolo Marzoni, sostenuto in maniera decisiva attraverso il crowdfunding di Produzioni dal Basso, con il prezioso supporto dell’Archivio Mario Dondero e con il Patrocinio del comune di Fermo. La proiezione del documentario, con inizio previsto per le 20.15, finalmente sul grande schermo anche a Roma dopo una distribuzione indipendente partita nel 2015 e proseguita fino ad oggi fra festival e serate evento, sarà introdotta dal regista Marco Cruciani, dal curatore artistico del Nuovo Aquila – l’autore Mimmo Calopresti – e dal direttore Domenico Vitucci.

SUL DOCUMENTARIO
Scorrono immagini di città, luoghi, donne e uomini, storie partigiane, storie incredibili, storie vere, storie lontane. Scorrono foto in bianco e nero e diapositive a colori. Scorrono strade e paesaggi. Siamo in viaggio con uno dei grandi maestri del fotogiornalismo internazionale e il documentario tenta di raccontare l’avventurosa storia di Mario Dondero attraverso il suo presente in continuo movimento. Un percorso di quasi cinque anni trascorsi dal regista e antropologo Marco Cruciani al fianco del fotografo seguendo le sue ricerche, le sue mostre, inaugurazioni, conferenze, premiazioni, eventi vari e semplici passeggiate. Un tragitto di pensieri e di azioni da cui emerge uno spaccato di cronaca nazionale e mondiale vissuto in prima persona e in prima linea dagli anni ’50 ad oggi. In quegli scatti lucidi e cosi profondamente narrativi traspare la discrezione del nostro reporter e la sua completa estraneità al sensazionalismo dei paparazzi. Non c’è retorica nel suo modo di fare ma solo amore, ironia, indignazione, denuncia e ricerca del vero. A Fermo dove ha vissuto negli ultimi venti anni, a Milano, a Genova, a Roma, a Bologna, a Napoli, a Firenze, in Sardegna, in Friuli, in Piemonte, in Irpinia e in molti altri posti ci si ritrova sempre uniti e curiosi intorno alle infinite vicende immortalate dal nostro protagonista. Sembra ogni volta di stare nell’archivio del mondo. Da Corrado Stajano a Ermanno Rea, da Gianni Berengo Gardin a Uliano Lucas, da Vinicio Capossela a Don Andrea Gallo, in tanti nel film proveranno a raccontarcelo pieni di stima e grande amicizia, ma Mario è come sempre inafferrabile e sta già sicuramente puntando verso una nuova meta con la sua Leica in spalla perchè, come diceva, ”ci sarà sempre un futuro da non dimenticare”.